active

Concentrarsi su un’attività del lavoro Gestire il proprio tempo e le proprie attività

Finalità

È molto facile trovare dei pretesti per non lavorare. Piuttosto che perdere tempo a trovare delle scuse, è meglio investire queste energie nel lavoro da effettuare. Una volta che questo sarà realizzato, proverete un sentimento di “libertà”, di fierezza verso voi stessi. Al contrario, procrastinare non vi aiuterà ad avanzare. Vi troverete con un ritardo sulla tabella di marcia e sarete obbligati a rinunciare un po’ alla qualità del lavoro. Ecco come fare per diminuire i problemi che potrete riscontrare.

Tappe

Far fronte alle urgenze

Prima di coricarvi, guardate la vostra agenda (Google Agenda, Outlook, agenda cartacea, ecc.) e la vostra lista di compiti (RememberTheMilk, ecc.) e passate in rassegna i vari compiti che dovrete svolgere il giorno seguente. Così potrete, al vostro risveglio, mettervi nelle condizioni per effettuare i vostri lavori. Per far questo, dovrete mettere per iscritto in anticipo i compiti più urgenti da svolgere (cf. attività “Definire le proprie priorità”).

Il giorno J, mettetevi al lavoro senza cercare scuse. Occupatevi del lavoro principale e pensante in un secondo momento alle altre attività. Per un esame, studiate ogni materia nella stessa proporzione. Sarà più redditizio aver visto l’80% di ogni materia piuttosto che il 100% di una e lo 0% di un’altra.

Quali sono le mie fonti di distrazione?

Facebook, Whatsapp, Twitter, notifiche di giochi, ecc. Quali sono le vostre fonti di distrazione? Quali sono gli elementi che non vi permettono di immergervi nel vostro lavoro?

Platteaux (2016), propone delle strategie per lottare contro la procrastinazione (cf Risorse).

Eliminare al 100% le fonti di distrazione?

Quanti di noi teniamo queste fonti di distrazione (Facebook, Whatsapp, ecc.) a portata di mano nel caso succeda qualcosa di importante? È di vitale importanza rispondere ai messaggi in modo immediato invece che aspettare una pausa? Dovete cercare di liberarvi da queste fonti di distrazione durante il lavoro e di consacrarvi il vostro tempo solo durante le pause. Di conseguenza, se lavorate sul computer, cercate di non aprire i social network o mettete il vostro smartphone fuori dalla vostra portata affinché possiate concentrarvi sulle cose essenziali.

Come gestire lo stress?

Immaginatevi:

“Davanti al vostro computer. Scoprite di dover consegnare due lavori importanti per il giorno seguente e un terzo entro due giorni. Oltre a questo, dovete assolutamente riportare dei libri in biblioteca prima delle 14:00, fare la spesa e andare da un vostro amico per le 19:00”.

Se avete applicato le tappe delle schede precedenti, questa situazione non dovrebbe presentarsi. Nonostante questo, se per varie ragioni dovesse accadere, come gestire lo stress?

  • Attenzione al luogo! A seconda delle vostre abitudini di lavoro, andate nel luogo in cui vi sentirete più propizi a lavorare. Eliminate tutte le distrazioni visuali e, allo stesso tempo, cercate una “situazione visiva” che vi permetta di concertarvi.
  • Fate la stessa cosa con il rumore, la musica. È un fattore di distrazione o vi permette di concentrarvi meglio? Può dipendere dal tipo di musica o rumore.
  • Potranno esserci altre distrazioni o “concentratori” non menzionati qui. A seconda dei vostri bisogni createvi un ambiente personale di lavoro che sia più appropriato alle vostre esigenze.
  • Lavorate su una sola cosa alla volta! Rischierete altrimenti di non riuscire a produrre niente di buono. Fate qualche respiro profondo e immergetevi sul vostro primo lavoro.
  • Pensate ad una sola cosa (non a Facebbok). Concentrandovi sulla vostra attività, sarete più efficaci e produttivi. Togliete le fonti di distrazione, non avete tempo per questo.
  • Una volta che la prima attività sarà finita, iniziate la seconda. Utilizzate una sveglia per attirare la vostra attenzione sull’ora in cui dovrete recarvi alla biblioteca.

Astuzia: utilizzate Toggl per annotare il tempo che utilizzate per svolgere un’attività. Grazie a questo strumento e al vostro rigore, potrete vedere quanto tempo trascorrete in Facebook, Whats’app, ecc., a discutere, davanti alla televisione o effettuando il lavoro che vi eravate prefissati.